//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
 

Le proprietà controindicazioni e usi in cucina della primula

La primula conosciuta anche con il nome di Primula veris appartiene alla famiglia delle Primulacee, ed ha proprietà calmanti, lassative ma non solo. Scopriamo le proprietà controindicazioni e usi in cucina della primula.

Primula proprietà

Proprietà controindicazioni e usi in cucina della primulaLe maggiori proprietà della primula sono calmanti, lassative, diuretiche, depurative, antispastiche e sudorifere.

Impieghi per uso interno

Per uso orale la primula viene utilizzata principalmente per le sue proprietà espettoranti in presenza di tosse grassa, e in presenza di tutti i problemi respiratori come bronchiti, sintomi da raffreddamento, e infiammazioni delle vie aeree superiori. Ottimo mucolitico viene impiegato per aumentare la produzione di muco.

Impieghi per uso esterno 

Impiegata per l ‘igiene orale sotto forma di sciacqui, viene utilizzata localmente come calmante, cicatrizzante delle ferite della pelle e ne arresta il sanguinamento. Inoltre reca sollievo nelle contusioni, nei reumatismi, nei gonfiori degli arti, combatte nevralgie causate dall’ infiammazione dei nervi, e vertigini.

Primula principi attivi

I principi attivi racchiusi nei fiori e nelle radici della primula contengono flavonoidi, sapononine, polifenoli, tannini, tracce di olio essenziale, saccaridi, carotenoidi, glucosidi e sali minerali.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina della primula

Decotto alla primula per tosse catarrale

Essiccate e sminuzzate 20 g di radici di primula e fate bollire per 10/12 minuti in 1 litro di acqua. Successivamente filtrate e bevete 3 tazze di decotto al giorno lontano dai pasti principali. Se necessario dolcificate con miele.

Altri nomi della primula

La primula viene anche chiamata primaverula, primrose, primaverula, viole giald.

Habitat della primula

La primula cresce spontaneamente nei prati, nei boschi delle Alpi e degli Appennini, fino ad un’ altezza massima di 2000 metri di altitudine.

Descrizione della pianta

Le primule hanno foglie raccolte a forma di rosetta attorno alla base della pianta. Sono semplici, dalla forma ovale e leggermente rugose. I loro fiori profumati sbocciano sulla cima di steli pelosi, che sono più lunghi delle foglie. Sono di piccole dimensioni, leggermente pendenti, ombrelliformi e di colore giallo o striati di arancione.

Primula immagini

Sapore e aroma

Le foglie delle primule hanno un sapore leggermente dolciastro, mentre il fiore della primula ha un sapore gradevole che varia molto in base alla specie e alla profumazione del fiore stesso.

Parti utilizzate e periodo di raccolta

Della primula vulgaris si utilizzano le foglie fresche che si raccolgono a partire dall’autunno e fino alla primavera, mentre i delicati fiorellini si raccolgono in inverno e fino alla primavera. Comunque sia le foglie che i fiori di primula si possono essiccare.

Primula in cucina

Utilizzando le foglie fresche ( rigorosamente quelle più tenere ), si possono preparare buonissime insalate che si abbinano perfettamente con il sapore dolciastro del fiore della primula ( sono preferibili insalate come la lattuga ). Mentre se non vogliamo gettare le foglie non più giovani e tenere, possiamo farle sbollentarle in acqua salata per 3 o 5 minuti da sole, o in aggiunta di altri tipi di verdure, quindi vanno strizzate accuratamente per levare l’acqua in eccesso e consumate come contorno. Una volta cotte si possono ripassare in padella con una noce di margarina vegetale, oppure semplicemente condite con olio limone e sale, e se ve ne avanzano potete tranquillamente congelarle. Anche i fiori delle primule sono edibili o commestibili e si possono utilizzare quando sono ancora in boccio o già aperti per preparare buonissime frittate, minestre, risotti, salse, frittelle, e inoltre sono ottimi anche messi sott’aceto come si fa con i capperi.

Dovete sapere che tutte le specie e varietà delle primule comprese quelle ornamentali e la primula selvatica sono commestibili, ma solo a patto che non siano trattate con prodotti chimici e che siano state raccolte in luoghi lontani da fonti inquinanti.

Primula significato

Il significato del nome della primula deriva dal latino primulus che vuol dire primo e veris, che in latino sta a significare primavera. Quindi è una delle prime piante in grado di fiorire con la nuova stagione.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina della primula

Controindicazioni della primula

La primula è ben tollerata, tuttavia devono prestare attenzione coloro che soffrono di allergie. E’ sconsigliata o va consumata con moderazione dalle donne in gravidanza e da soggetti che non tollerano l’aspirina.

Precauzioni d’ uso e avvertenze

Le informazioni riportate sul presente sito, hanno unicamente uno scopo divulgativo. Non sono  prescrizioni mediche, consigli medici, e neppure terapie sanitarie. I testi riportati non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle riportate nel sito si raccomanda vivamente di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto essasalute e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

(Visited 86 times, 1 visits today)

Rispondi