//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione

La pianta del lampascione viene utilizzata prevalentemente a scopo alimentare. Ma andiamo a vedere le proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione.

Il lampascione, nome Muscari comosun o Leopoldia comosa appartiene alla famiglia delle Liliaceae e viene impiegato principalmente in cucina.

Lampascione principi attivi

I principi attivi racchiusi nel bulbo, infiorescenze e frutti del lampascione contengono amidi e zuccheri semplici ( glucosio, fruttosio, saccarosio), cellulosa, mucillagini, sali minerali come calcio, potassio, magnesio, ferro, vitamine, principi antibiotici, oli volatili. 

Lampascioni proprietà

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascioneLe maggiori proprietà dei lampascioni sono: rinfrescanti, emollienti, lassative, diuretiche e ipoglicemizzanti.

Impieghi per uso interno –  Il lampascione aiuta a stimolare le secrezioni biliari ed è in grado di liberare l’ intestino dai gas che provocano flatulenza. Stimola l’appetito attivando le funzioni gastriche e quelle biliari. Si rivela un valido aiuto in presenza di colesterolo cattivo e abbassa la pressione arteriosa. Inoltre, i lampascioni se mangiati regolarmente, svolgono sul nostro corpo un ruolo antinfiammatorio e antimicrobico. Non ultimo, essendo ricchi di fibre solubili che si gonfiano nello stomaco, aumentano il senso di sazietà e sono quindi sono adatti per chi vuol dimagrire.

Impieghi per uso esterno – Viene utilizzato in cosmetica come emolliente e rinfrescante in presenza di pelli particolarmente irritate, secche e che presentano foruncoli.

Lampascioni calorie

Il lampascione è poco calorico, infatti 100 grammi di parte edibile forniscono soltanto 40 calorie.

Lampascioni cosa sono

muscari comusum sono delle piccole bulbose perenni con fusto semplice che può raggiungere gli 80 cm. di altezza. Il suo bulbo ha tuniche di color rosso tendenti al rosa esternamente, mentre bianche all’ interno. Le foglie che vengono direttamente dal bulbo, sono lineari, scanalate. Il fiore del lampascione si trova all’ apice, è di color violaceo, eretto, non odoroso e va a formare nella parte superiore una specie di pennacchio. Sbocciano in primavera e fino alla fine dell’estate.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione

Habitat del lampascione

Il lampascione è presente su tutto il suolo italiano. Lo si trova nei campi e nei luoghi incolti fino ad un altezza di 1500 metri. Anche se cresce ovunque predilige i climi caldi e asciutti, e per questo lo troviamo maggiormente presente nelle regioni del centro-sud. Predilige i suoli ben drenati e alcalini.

Altri nomi del lampascione

Lampagione, cipollone, giacinto delle vigne, cipolla canina, vampasciuni, lampone, lampasione, cipolla di serpe, giacinto col pennacchio, cipolla canina.

Sapore ed aroma

Il profumo del lampascione è dolciastro mentre il sapore ha una spiccata nota amarognola.

Lampascioni raccolta

La raccolta dei lampascioni viene fatta nel corso dell’ estate. Tuttavia chi non è esperto eviti di raccoglierli quando i germogli sono ancora interrati al fine di evitare di confonderli con altre piante simili come il Colchio, pianta velenosa che può portare anche alla morte. Per questo motivo è necessario identificarli all’inizio della fioritura. lampascioni freschi possono essere conservati per un massimo di due giorni in frigorifero. 

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione

Come si coltiva il lampascione

Il lampascione nasce come pianta spontanea, ma attualmente è oggetto di coltivazione vista la grande richiesta del mercato pugliese e zone limitrofe. Si moltiplica per seme, con germinazione piuttosto lenta e raccolta non prima dei tre anni dalla semina, oppure si possono utilizzare parti del bulbo a patto che queste siano provviste di zona basale da cui si sviluppano le radici. In autunno vanno messi a dimora con la punta verso l’alto e ad una profondità massima di 8 -10 cm. Tuttavia Il lampascione non è tanto coltivato perciò si usa andarli a raccogliere.

Lampascioni in cucina

Nell’ Italia meridionale, i lampascioni sono largamente consumati. Di esso si utilizzano principalmente i bulbi, dopo averli fatti bollire. I modi per cucinarli sono davvero tanti. Si possono condire semplicemente con olio e sale, gratinarli al forno, lessati, fritti, arrostiti, sott’ olio, sott’ aceto..ecc…Il fiore del lampascione può essere utilizzato in cucina per decorare le insalate.

Una ricetta coi lampascioni

I lampascioni con patate al forno sono una ricetta di facile preparazione fatta con i lampascioni

Ingredienti per 4 persone

  • 400 grammi di lampascioni
  • 400 grammi di patate
  • olio di oliva
  • sale e pepe
  • salvia e rosmarino
  • 1 pizzico di bicarbonato

Pulite i lampascioni dallo scarto e poneteli sotto l’acqua corrente. Una volta puliti, lasciarli in ammollo in acqua fresca per un giorno intero, cambiando spesso l’acqua. Prendete una pentola colma di acqua e fate bollire i lampascioni con un pizzico di bicarbonato per una mezz’ ora circa. Nel frattempo pelare e tagliare a pezzi le patate. Scolare i lampascioni e disporli assieme alla patate in una teglia oleata. Condire il tutto con abbondante olio, sale, pepe, un rametto di rosmarino, uno di salvia, infornare e cuocere per circa un’ora a 180 gradi.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione

Lampascione significato

Il nome leopoldia comosa pare debba il suo nome a Leopoldo, il granduca di Toscana. Mentre il temine comosa deriva dal termine latino comosus, cioè chiomato, riferito all’ aspetto della sua infiorescenza.

Come pulire i lampascioni

Per pulire i lampascioni, eliminare scrupolosamente il terriccio che li ricopre. Quindi togliete le radici, la punta, le prime tuniche più esterne che li avvolgono, e fare sul fondo un taglio a croce, per facilitarne la cottura. Successivamente metterli in ammollo per almeno 12 ore al fine di  attenuare il classico sapore amarognolo e poi cuocerli come più vi aggrada.

Conservazione

Per tutto l’inverno si conservano i bulbi che dovranno essere ben puliti ed asciutti e posti in un luogo con pochissima umidità.

Curiosità sul lampascione

  • Il lampascione era già noto nell’ antichità, infatti ne facevano uso gli Egizi i Greci e i Romani.
  • Un medico greco dal nome Gleno lo descrisse come un valido lassativo, diuretico e depurativo.
  • Molti studiosi del Rinascimento gli attribuivano proprietà afrodisiache, curative e nutritive.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione

Lampascioni controindicazioni

Un consumo esagerato di lampascioni può fare aumentare il meteorismo nei soggetti predisposti e favorire un effetto purgante.

Precauzioni d’ uso e avvertenze

Le informazioni riportate sul presente sito, hanno unicamente uno scopo divulgativo. Non sono  prescrizioni mediche, consigli medici, e neppure terapie sanitarie. I testi riportati non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle riportate nel sito si raccomanda vivamente di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto essasalute e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina del lampascione
Rate this post

(Visited 131 times, 1 visits today)
Categorie: Erbe

Rispondi