//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js

Le proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi

I cachi hanno proprietà diuretiche, lassative e depurative per il fegato, ma non solo. Andiamo a vedere proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi.

Il cachi o kaki nome Diospyros kaki è conosciuto anche con il nome di diospiro o diospero ed è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Ebanacee . Viene principalmente coltivato per uso alimentare.

Cachi principi attivi

I principi attivi racchiusi nel frutto del cachi contengono zuccheri, fibre, vitamine A, B1, B2, B3, C e K, folati, sali minerali tra i quali sodio, potassio, ferro, fosforo, calcio e zinco.

Cachi proprietà e benefici

Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachiLe maggiori proprietà dei cachi sono antiossidanti, energetiche, diuretiche, epatoprotettive.

Impieghi per uso interno  Quando il caco raggiunge la sua maturazione, è un ottimo rimedio contro la stitichezza ( mangiare un cachi alla mattina o a colazione ) e serve dopo i cicli di cure antibiotiche per ripristinare al meglio la flora batterica intestinale. Al suo contrario, i cachi acerbi sono astringenti e servono per fermare emorragie e diarrea, ( anche se il cachi acerbo allappa la bocca ). Valido aiuto anche per chi nel periodo invernale soffre di spossatezza e stress psico-fisico ( è un ottimo energetico ), tonifica il fegato se consumato dopo pranzo o per merenda. Contro la ritenzione idrica è meglio assumere un cachi a digiuno, prima di colazione, al fine di beneficiare il più possibile delle sue proprietà. Non ultimo, riduce gli stati infiammatori, è un valido antibatterico e i suoi principi attivi proteggono organi come la milza, pancreas, stomaco e intestino. Grande alleato anche della vista, è indicato per chi ha problemi durante la notte di visione.

Tisana al cachi contro il vomito

Per preparare una tisana contro il vomito, fate bollire per 5/6 minuti al massimo un pugno di foglie fresche di cachi assieme ad 1 cucchiaio di semi di finocchio per ogni tazza d’ acqua. Successivamente filtrate, dolcificate con miele e bevete ancora tiepido.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi

Altri nomi dei cachi

Il cachi viene anche chiamato diospiro o loto.

Habitat del cachi

Originario della Cina e Giappone, è una pianta esotica ormai acclimatata anche nel nostro suolo.

Descrizione della pianta

L’ albero dei cachi il Diospyros kaki è una pianta longeva che può raggiungere i 10 m di altezza. Il suo tronco è  diritto con la corteccia di colore grigio scuro. Le foglie sono di forma ellittica, grandi, di colore verde scuro lucente sulla parte superiore, mentre più chiare nella parte inferiore, coriacee e con i margini lisci. Cadono in autunno prendendo una colorazione molto bella con sfumature che passano dal rosso al giallo. Il frutto è di forma tondeggiate con la buccia sottile di colore arancione, e ha la polpa dolce. All’ interno del frutto si trova il seme del caco, grosso e duro che  una volta aperto ha nella polpa delle figure che rappresentano oggetti che usiamo nel nostro quotidiano.Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi

Sapore e aroma

Il sapore del cachi è leggermente dolce o piuttosto dolce, il tutto dipende dalla varietà.

Maturazione dei cachi 

Se acquistate i frutti acerbi e volete far maturare i cachi in casa accelerandone così la maturazione, basta metterli vicini a qualche mela o pera. Questi liberando aceteline ed etilene ( non sono altro che due gas ) velocizzano in maniera del tutto naturale la loro maturazione arricchendoli di zuccheri. Copriteli con un canovaccio o un foglio di cartone.

Cachi conservazione

Se volete conservare il caco a lungo dovete scegliere solo quelli con il picciolo ben attaccato alla base del frutto e stenderli ben distanziati tra loro. Fate attenzione a non farli toccare tra di loro, a non sovrapporli e a posizionarli con il lato convesso verso l’ alto. Posizionateli in un luogo fresco asciutto e ventilato. Se avete la possibilità di conservarli ad una temperatura appena sopra allo zero li potete conservare anche per due mesi. Ispezionateli solo per consumare quelli più maturi e scartare quelli alterati.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi

Cachi varietà

  • Il cachi matura nel periodo autunnale tra ottobre e novembre, e a seconda delle varietà. Sono presenti diverse qualità tra le quali quello tradizionale detto anche cachi di Misilmeri, che va raccolto quando è ben colorato, compatto e maturo, con la polpa dura e aspra. La maturazione va fatta in cassetta al fine di diminuire i tannini ( che sono i diretti responsabili della fastidiosa sensazione che lasciano in bocca i frutti acerbi ), e aumentare gli zuccheri. Una volta maturi hanno un bel colore arancione e la polpa gelatinosa che tende a liquefarsi. Da mangiare così al naturale con il cucchiaino, ha una nota di vaniglia.
  • Dal sapore simile a quello tradizionale il cacomela per forma e consistenza è più simile ad una mela. Dal basso contenuto di tannini il caco mela può essere consumato anche quando non è del tutto maturo. Ha la polpa soda, quasi croccante e il sapore dolce varia molto in base dall’ andamento stagionale. Si può tagliare a cubetti o a fettine da mangiare così o in aggiunta alle macedonie.
  • A caratterizzare il caco vaniglia non c’è soltanto il sapore marcato di vaniglia, ma anche la sorprendente dolcezza che rende questo tipo di frutto il più calorico. Ricco di zuccheri è anche un’ eccellente fonte di vitamina C. Si consuma quando la polpa è quasi liquefatta. E’ di forma rotonda, schiacciata alle estremità e di colore rosso-arancione.
  • Il nome è già tutto un programma per il cachi cioccolatino che è una vera delizia. Ha frutti medio-piccoli di forma leggermente ovale e appuntita verso la base. A maturazione completa che avviene tra ottobre e novembre ha un colore aranciato e la polpa di un bel rosso intenso.

Cachi in cucina

Il cachi si può consumare crudo al fine di beneficiare al meglio di tutte le sue proprietà, ma si può utilizzare anche per la preparazione di dolci, torte e marmellate.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi

Curiosità sui cachi

  • La popolazione cinese chiama il caco, l’ albero delle sette virtù perchè possiede una fronda piuttosto ombrosa e ha legna da ardere di qualità. Non viene attaccato dai parassiti, e quando perde il fogliame lo riutilizza come un buon concime. Le sue foglie tingono il paesaggio di magnifici colori, è piuttosto longevo e dona riparo tra i rami agli uccelli pronti a nidificare.
  • Il kaki è una delle piante da frutto più antiche coltivate dall’uomo e viene considerato l’ albero della pace perchè  alcuni alberi sopravvissero al bombardamento atomico di Nagasaki.

Cachi controindicazioni

Vista l’alta percentuale di zuccheri, il cachi non è indicato nei pazienti che soffrono di diabete, e in tutti i soggetti in sovrappeso. Sconsigliati o da assumere con moderazione anche a chi segue una dieta ipocalorica perché 100g apportano all’incirca 65 calorie.

Precauzioni d’ uso e avvertenze

Le informazioni riportate sul presente sito, hanno unicamente uno scopo divulgativo. Non sono  prescrizioni mediche, consigli medici, e neppure terapie sanitarie. I testi riportati non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle riportate nel sito si raccomanda vivamente di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto essasalute e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

Proprietà controindicazioni e usi in cucina dei cachi
Rate this post

(Visited 18 times, 2 visits today)

Rispondi