//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js

Pianta di limone coltivazione, consigli pratici e usi

Pianta solare sempreverde, la pianta di limone è con il clima freddo che porta a maturazione i suoi frutti gialli come il sole, riempendo l’aria con il suo profumo. Ma vediamo assieme la pianta di limone coltivazione, consigli pratici e usi.

Descrizione pianta di limone

Il limone, nome botanico Citrus limon appartiene alla famiglia delle Rutacee. Gli alberi di limone sono dei graziosi alberelli legnosi di altezza variabile tra i 2 – 6 metri. Hanno rami spinosi, corteccia di colore grigio, e appartengono a un genere di circa 15 specie di sempreverdi con rami espansi. Le foglie del limone di forma ellittica, rossastre da giovani e verdi brillanti in età più avanzata, se stropicciate emanano un piacevolissimo aroma. Ricchi di olio essenziale presentano ai lati del picciolo due sottili ali. I fiori sbocciano a piccoli gruppi sui rami più giovani. Dai boccioli leggermente rosati o violacei si aprono delle corolle bianchissime e molto profumate. La produzione dei frutti che avviene sui rami dell’anno precedente nascondono sotto la scorza dei spicchi sugosi. Quando sono uniformemente gialli si possono raccogliere. 

Pianta di limone coltivazione, consigli pratici e usi

Coltivazione limone in vaso

La pianta di limone ama la luce intensa, ma è piuttosto sensibile alle temperature basse e al vento. Infatti d’ inverno al Nord, è meglio proteggere sia la chioma che le radici (specialmente per le piante di limoni in vaso ) con un telo tessuto non tessuto che gli garantisce una buona resistenza al freddo. In inverno, ponetelo al riparo, ma non portatelo in casa altrimenti l’aria calda può causare la cadute delle foglie. E’ buona cosa poterlo riporre in un ambiente dove la temperatura rimane attorno ai 15° C. In questo caso le innaffiature si riducono a poca acqua ogni 15 – 20 giorni. Mentre se potete disporre di un ambiente dove la temperatura si aggira attorno ai 10° C, innaffiatelo ogni 30 giorni.

Terreno

Il limone predilige terreni leggeri, concimati con fertilizzanti ricchi di azoto, fosforo e potassio o con letame.

Irrigazione

Il limone necessita di abbondanti irrigazioni durante il periodo primaverile – estivo, e se l’inverno è particolarmente freddo occorre metterlo al riparo fino alla primavera successiva.

Habitat del limone

La pianta di limone cresce prevalentemente nelle zone a clima temperato, quindi lo troviamo nelle regioni del Mediterraneo come l’ Italia, la Grecia, la Spagna, la Turchia ecc..

Malattia dei limoni

La cocciniglia del limone, è uno dei parassiti del limone più pericolosa così come di tutti gli agrumi in genere. Efficace è l’impiego di insetticidi a base di oli minerali o clorpirifos melite. Per avere un intervento efficace, però è necessario intervenire sulle forme giovani di cocciniglia, che si presentano in autunno-inverno e non sono ancora ingrossate. Perché l’intervento si dimostri efficace bisogna intervenire almeno 3-4 volte all’anno e le parti più colpite andranno rimosse con il taglio. Inoltre si consiglia di irrobustire la pianta con concimazioni frequenti a base di fertilizzanti specifici per gli agrumi. Inoltre può essere attaccata dalla mosca bianca e dagli afidi. Per evitare prodotti chimici, esistono dei prodotti naturali che sono utili a combattere questi tipi di insetti. Allo stesso modo, in commercio esistono dei concimi naturali per nutrire l’albero, al fine di raccogliere dei frutti biologici.

Pianta di limone coltivazione, consigli pratici e usi

Seminare limoni

La pianta di limone può essere ottenuta tramite i semi di limone, anche se è utile ricordare che prima che questo fruttifichi passerà la bellezza di 10 anni. Più facile coltivare limoni derivati da innesti o talee. A livello amatoriale il limone, spesso viene coltivato in grandi vasi perché è più agevole da tenere sul balcone e sia perché così potrà essere spostato agevolmente in serre o strutture adeguate al sopraggiungere della stagione invernale. Infatti i grandi vasi si possono  spostare utilizzando apposite basi con le ruote che possono essere infilate sotto al contenitore inclinandolo su un lato.

Trapiantare il limone

La pianta di limone per poter crescere in maniera adeguata dev’ essere rinvasata periodicamente, in un vaso più grande del precedente ( meglio se il vaso è di terracotta ) e fino ad arrivare a un massimo 80 cm di diametro. Quando il limone è giovane il rinvaso viene fatto ogni 2 anni, mentre quando  la pianta è adulta si può effettuare ogni 3 – 4 anni.

Varietà di limone

Tra le varietà di limone più conosciute troviamo Florentina, rifiorente da inizio primavera fino a tardo autunno, Lunario che fiorisce a ogni luna nuova, Canaliculata che fa frutti con la scorza suddivisa in costole.

Curare il limone

La pianta di limone soffre particolarmente i ristagni di acqua, che favoriscono la rovina delle radici. Per evitare questo inconveniente è di vitale importanza che sul fondo del vaso sia posizionato uno strato di argilla espansa per favorire un buon drenaggio. Il terreno dev’ essere sempre leggermente umido, specialmente in primavera e in estate, anche se è buona cosa non esagerare mai con le irrigazioni. Mentre in autunno e inverno il vaso va bagnato poco. Tuttavia se le foglie tendono ad ingiallire può significare che il limone ha bisogno di più acqua.

Quando si raccolgono i limoni

A differenza di tutti gli altri agrumi, il frutto del limone è l’unico a continuare la maturazione anche dopo essere stato raccolto. A tale scopo, molti frutti vengono raccolti quando sono ancora verdi per poi essere trattati con prodotti chimici, per cui è sconsigliabile utilizzare la scorza se non si è sicuri che il frutto provenga da coltivazioni biologiche. La raccolta in genere viene fatta dalle 5 alle 10 volte all’anno, quando il frutto è quasi maturo, appena maturato o quando è ancora verde. Dopo di che, la maturazione procede in ambienti appositi che conservano una temperatura costante. Fate attenzione durante la raccolta a non rovinare il frutto. Non staccatelo con le mani perchè potreste rovinare la rosetta, ma utilizzate delle forbici apposite. Dopo la raccolta i frutti vengono riposti in cassette di plastica e successivamente trasportati e trattati in magazzini. Se invece avete una pianta di limone, raccogliete i frutti al mattino quando la rugiada si è completamente asciugata.

Come conservare i limoni

A temperatura ambiente i limoni si conservano perfettamente fino a 10 giorni, mentre se si vogliono tenere più a lungo è bene riporli in frigorifero, facendo attenzione a non sovrapporli.

 

Cari lettori di essasalute, ho selezionato per voi, i migliori prodotti in commercio per curare la pianta di limone! 

 

 

Pianta di limone coltivazione, consigli pratici e usi
Rate this post

(Visited 77 times, 2 visits today)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: