//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
 

Ortiche

Le ortiche sono diuretiche, depurative per il sangue, curano la caduta dei capelli e molto altro. Ma vediamo assieme quali sono i loro benefici.

L’ ortica, nome botanico urtica dioica appartiene alla famiglia delle urticacee. Si impiega in erboristeria sotto forma di decotto, infuso, sciroppo, lozione e shampoo.

Ortica: proprietà e benefici

Ricca di clorofilla, vitamina del gruppo C e sali minerali, è emostatica, disintossicante, diuretica, digestiva, antireumatica, cicatrizzante per le ferite, previene o combatte le infiammazioni, esercita un’azione astringente sul sistema venoso, rivelandosi utile in caso di emorragie, protegge il fegato, abbassa i livelli di zucchero nel sangue e la pressione, inoltre è un valido aiuto nelle malattie da raffreddamento e nelle convalescenze. L’ ortica fa bene anche alle mamme che allattano perchè in esse aumenta la produzione di latte.

Ortiche

Modalità d’uso per decotto in caso di emorroidi

Prendete 5 g di foglie d’ortica e fatele bollire in 100 g di acqua naturale, per 5 minuti abbondanti. Dopo 10 minuti filtrate, e una volta che il decotto è tiepido bevete una tazzina alla mattina e una alla sera. La pianta è efficace in caso di emorroidi per le sue proprietà astringenti.

Modalità d’uso per shampoo per capelli grassi

Per preparare uno shampoo all’ortica prendete 5 g di foglie di ortica, 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia a scaglie, 150 di acqua, qualche goccia del vostro olio essenziale preferito. Lasciate l’ortica in infusione per 15 minuti nell’acqua bollente, filtrate e aggiungete il sapone che avrete precedentemente fatto sciogliere a bagno maria con poca acqua tiepida. Mescolate energicamente e aggiungete le gocce di olio essenziale. Trasferite il vostro shampoo in un barattolo di vetro ( si possono usare quelli per le conserve ), chiudendolo col suo tappo e usatelo all’occorrenza.

Modalità d’uso per frizione contro i capelli che cadono

Prendete una generosa manciata di foglie fresche di ortica, spremetele attraverso una garza e col liquido che ne ricavate frizionate il cuoio capelluto una volta al giorno.

Altri nomi dell’ortica

Lurdica, ardica, ortiga garganella, rittica, ortica maschia.

L’ habit dell’ortica

L’ortica si trova ovunque, anche quando non si vorrebbe. Infatti la troviamo lungo le strade di campagna, presso le abitazioni, in mezzo alle macerie e fino ad un altitudine di 1700 metri.

Descrizione della pianta

E’ un erbacea perenne che appartiene a circa 80 specie diverse. La radice di ortica, detto anche rizoma è lungo, piuttosto ricco di radichette e un fusto eretto di un metro e mezzo. Ha foglie opposte ricoperte da peluria, a forma di cuore e dentate ai margini. I piccoli fiori di color verde, si sviluppano in estate e sono riuniti in spighe, nella parte più alta del fusto e si distinguono in maschili e femminili. Quelli maschili hanno una forma pendula, mentre quelli femminili hanno un portamento eretto.  Generalmente troviamo sia l’ Urtica Dioica che l’ Urtica Urens. La prima ha fiorellini minuscoli come l’altra ma penduli in lunghe e ramificate collanine.

Ortiche

Epoca di raccolta

La si può raccogliere tutto l’anno, ma il periodo migliore per la raccolta è la primavera. Di essa si raccoglie tutto, radice e fiori compresi, ma visto che è una pianta urticante, è bene usare un paio di guanti. Potete raccoglierla solo di persona perchè non viene venduta da nessun fruttivendolo.

Ortiche in cucina

Per cucinare le ortiche basta lessarle e poi condirle con olio e limone, ma si prestano anche come ripieno per tortelli e ravioli, oppure come condimento per squisiti risotti, o ancora come ingrediente principale di gnocchetti e gnocchi, e possono essere anche aggiunte nelle frittate, focacce e pizze. Se consumate come cibo con regolarità, servono come cura disintossicante.

Curiosità sull’ ortica

  • Secondo una vecchia usanza combatteva i reumatismi. Bastava prendere un fascio di ortiche e sfregarle o addirittura usarle come frusta sui punti colpiti dai dolori.

 

Ortica: controindicazioni ed effetti collaterali

Per le sue proprietà diuretiche si consiglia di limitarne l’assunzione in presenza di malattie cardiache o in presenza di edemi.

 

Avvertenze

Le informazioni qui riportate hanno fine divulgativo: non sono riferibili a prescrizioni, a consigli medici, e neppure a terapie sanitarie. I testi non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle contenute nel sito si raccomanda di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto essasalute e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

(Visited 70 times, 1 visits today)
Categorie: Fitoterapia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: