//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
 

Gonfiore addominale causa e rimedi

Avere la pancia gonfia e dura, è una problematica piuttosto diffusa tra le donne, e talvolta può creare imbarazzo fino ad arrivare a minare la propria autostima. Scopriamo il gonfiore addominale causa e rimedi.

Pancia gonfia cause

Spesso chi soffre di questo fastidioso problema riconduce il sintomo ad una intolleranza alimentare. Certo, non è una possibilità da scartare, ma non è detto che quella sia la sola causa. In metà dei casi a dire la verità, un addome gonfio può essere l’origine di problemi psicosomatici specialmente se l’ individuo è stressato dai ritmi frenetici della vita moderna, ha molti carichi di lavoro o impegni familiari, orari irregolari, fa stravizi o ha abitudini alimentari scorrette. Infatti un’ alimentazione non adeguata nella quale si tendono a consumare cibi irritanti per l’intestino e lo stomaco, tendono a sovraccaricarli impedendogli un corretto funzionamento che spesso viene associato ad un graduale aumento della classica pancetta. Non a caso mal di stomaco e pancia gonfia possono rivelarsi organi di bersaglio delle persone altamente emotive.

Gonfiore addominale causa e rimedi

In molti casi, il problema della fastidiosa pancetta non è dovuto ad un eccesso di grasso localizzato, ma a far aumentare il tanto temuto giro-vita è principalmente uno stato di gonfiore cronico, che premendo sull’intestino, ne dilata la pancia. Ma se abbiamo una cattiva notizia, la buona è che se riusciamo ad apportare delle correzioni nel nostro stile di vita e abitudini alimentari, questo antiestetico problema si può correggere in poco tempo. Infatti, regolarizzando orari dei pasti principali, facendo attenzione a cosa si mangia e al modo in cui si mangia, insieme alla linea potremo pian piano acquistare quel vigore che ci è venuto a mancare seguendo una dieta poco sana. Non a caso un continuo senso di pesantezza, difficoltà digestive, malessere generale si associano a, meteorismo e colon irritabile.

Cause principali e rimedi 

Per avere un ventre piatto, ci hanno detto che bisogna fare molte ore di palestra, e bisogna tenere una rigida alimentazione, ma per ottenere un addome perfetto, bisogna principalmente a tavola scegliere alimenti giusti, e adottare delle corrette abitudini, ma senza imporsi troppe rinunce. Vediamo allora quali sono.

Bere molta acqua

L’acqua è importantissima per il benessere del nostro organismo. Dovremmo abituarci a berne almeno 1-1,5 litri al giorno a piccoli sorsi e durante tutto l’arco della giornata. Bere tanto, infatti facilita l’eliminazione delle scorie, depura dalle tossine, drena i liquidi in eccesso che sono le cause principali della cellulite, facilita il transito del cibo che idrata il bolo, semplifica la discesa nel tratto gastroenterico, stimolando lo svuotamento dell’intestino, e appiattendo la pancia.

Gonfiore addominale causa e rimedi

Mangiare ad intervalli regolari

Assumere pasti costanti aiuta il corretto funzionamento del metabolismo, accelerandolo e facendo perdere centimetri al giro vita.

Masticare lentamente

La prima regola per una corretta digestione inizia proprio dalla bocca perché la sensazione di sazietà pare venga trasmessa al cervello con un ritardo di circa 20 minuti. Questo sarebbe il motivo per il quale abbuffarsi rallenterebbe la digestione e il senso di sazietà.

Cerca di ridurre lo stress

Pare una cosa insolita, ma c’ è molta correlazione tra stress e pancia gonfia, specialmente se questo inestetismo è associato al colon irritabile. Chi è stressato e teso, infatti tende a mangiare in maniera nervosa, frettolosa, ingoiando assieme al cibo una quantità eccessiva di aria. Un valido aiuto arriva dall’attività fisica, che è ancora meglio se praticata all’aria aperta. Infatti uno stile di vita attivo, piuttosto di uno sedentario favorisce il benessere di tutto l’organismo, compreso l’apparato gastrointestinale.

Gonfiore addominale causa e rimedi

Cosa mangiare e quali alimenti evitare 

Una digestione rapida ed efficiente, un transito regolare, e una buona diuresi, aumentano le possibilità di avere una pancia piatta e libera da gonfiori. Basta apportare qualche correzione alla dieta, e inserire tutti quegli alimenti che non appesantiscono il tratto gastrointestinale e che sono facili da digerire.

I cibi da evitare sono tutti quelli che aumentano le fermentazione: formaggi grassi, mollica del pane principalmente se poco cotta, non esagerate con il peperoncino, i salumi ad eccezione della bresaola, cotto di Praga e prosciutto crudo sgrassato, alcolici, cioccolato, caffè e bibite gassate.

No a condimenti, sughi, intingoli o salsine di varia origine, oppure consumatene con moderazione. No a troppi fritti, frutti di mare, crostacei, cibi troppo elaborati o piccanti. No a cibo spazzatura che comprende hamburger, cotolette, hot dog, patatine fritte e pizza. Se vi piacciono non privatevene, ma consumateli con moderazione.

Alimentazione contro la pancia gonfia e dura

Sì ai frutti di bosco per contrastare o prevenire irritazioni e infiammazioni. Nello specifico, sì ai mirtilli che sono ricchi di antociani, sostanze benefiche a cui si deve la loro colorazione. Mangiate mirtilli o bevetene il succo. Il merito del loro beneficio è dovuto alla buccia di queste bacche che sono ricche di fibre. Sì a lamponi, che tra tutti i frutti di bosco, sono i più ricchi di fibre. Sì alle fragole che proteggono in maniera efficace la mucosa gastrica da tutti quegli agenti che possono infiammarla, inoltre essendo diuretiche facilitano lo smaltimento degli accumuli di liquidi.

Gonfiore addominale causa e rimedi

Leggi anche Decotto di limone e salvia

Pancia gonfia rimedi naturali

  • Quando non si riesce ad identificare il disturbo si dice ho mal di pancia. In caso di irritazioni, spasmi, infiammazione o stitichezza proviamo a bere 2-3 tazze di infuso tiepido di camomilla, ottenuto mettendo 40 grammi circa di fiori di camomilla essiccati in un litro di acqua bollente per 10 minuti. Alla fine spremete la camomilla e filtrate. Successivamente fatela scaldare a bagno maria.
  • Un altro rimedio naturale, consiste nel mettere 10 grammi circa di fiori di calendula freschi in un litro di acqua bollente per circa 10 minuti. Spremete la calendula e filtrare. Bevete una tazza tiepida al giorno di questo infuso, o fatela riscaldare a bagno maria.

Finocchio contro la pancia gonfia

Anche il finocchio selvatico foeniculum vulgare è un ottimo spasmolitico, digestivo e carminativo. Inoltre aiuta ad eliminare i gas in eccesso nella pancia. Basta bere una tisana nella quale si mettono a macerare 20 grammi di semi schiacciati in 200 ml di acqua bollente, dopo i pasti principali e per un paio di settimane.

Carbone vegetale contro la pancia gonfia

Un ottimo alleato contro la pancia gonfia e dura causata da aerofagia e meteorismo è il carbone vegetale carbo ligni che grazie alle sue proprietà antinfiammatorie è in grado di assorbire i gas in eccesso. Diluire in 200 ml di acqua in 8-10 grammi di polvere, e bere dopo i pasti principali per un periodo di due o tre settimane.

Gonfiore addominale causa e rimedi

Pancia gonfia? Bevi una tisana!

L’ aerofagia è un disturbo dovuto ad aria deglutita che va pian piano ad accumularsi nello stomaco e che può venire liberata con eruttazioni. All’origine di tale fenomeno possiamo trovare un eccessivo nervosismo. Per contrastare tale fenomeno possiamo preparare un infuso a base di foglie di arancio, scorza di limone, fiori di camomilla e semi di coriandolo. Porre in infusione una miscela di 10 grammi di ciascun elemento in 1 litro di acqua bollente per circa 15 minuti. Filtrare e berne una tazza appena dopo i pasti principali.

Il meteorismo è dovuto ad un eccessivo gonfiore della pancia che solitamente è accompagnato da gas intestinali, eruttazioni e dolori al basso ventre. Le cause possono essere diverse, ma prima tra tutte è l’alimentazione. Infatti se il cibo ingerito non è stato adeguatamente predigerito, nella seconda digestione che avviene a livello intestinale, ecco che vengono prodotti gas che possono causare gonfiore. Per alleviare questi disturbi possiamo preparare un infuso di foglie secche di timo oppure di foglie di maggiorana. Porre in infusione le foglie secche in 25 cl di acqua bollente per circa 15 minuti, filtrare e bere due tazze al giorno.

Precauzioni d’ uso e avvertenze

Le informazioni riportate sul presente sito, hanno unicamente uno scopo divulgativo. Non sono  prescrizioni mediche, consigli medici, e neppure terapie sanitarie. I testi riportati non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle riportate nel sito si raccomanda vivamente di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto essasalute e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

(Visited 126 times, 1 visits today)

Rispondi