//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js

Vediamo la coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta

La portulaca o porcellana comune è un’ erba di piccola taglia con fusti succulenti, fiori dai colori sgargianti e foglie graziose. Ma Vediamo la coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta.

Pianta portulaca

La portulaca oleracea appartiene alla famiglia delle Portulaceae, alla quale appartengono 200 specie diverse. Chiamata anche erba porcellana, deve il suo nome alla consistenza troppo fragile.

Coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta

Portulaca umbraticola

Questa tenace erba spontanea che fa tanto disperare gli agricoltori grazie al suo tappeto grassoccio e basso, si infila in ogni dove. Considerata un’ erba infestante strisciante ( in particolar modo la portulaca oleracea ), è in realtà una pianta rustica dalle innumerevoli proprietà. Capace di diffondersi con estrema facilità grazie ai suoi semi, non si arrende nemmeno col il diserbo.

Descrizione della pianta

La pianta di porcellana comune è una specie erbacea succulenta con foglioline di forma ovale, piatte, ricche di acqua, di un bel colore verde brillante che talvolta tendono ad avere sfumature di colore rossastro. I fusticini sono carnosi, ramificati di un colore rosso – marrone che possono talvolta tendere al viola. Dal portamento strisciante o parzialmente eretto ha tendenza ad allungarsi in senso orizzontale con fusti a raggiera.

I fiori di portulaca che si aprono solo in presenza del sole diretto, sono piccoli, di colore giallo, sbocciano nelle ascelle delle foglie e durano al massimo due giorni. Sono seguiti dai frutti, piccole capsule che contengono decine di piccoli semi neri. Sulla pianta si possono trovare contemporaneamente boccioli, fiori aperti e frutti prodotti in seguito alla caduta dei fiori.

Coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta ©Paola AssandriPhoto 2018 All Rights Reserved

Portulaca grandiflora

Habitat della portulaca

La portulaca è un’ erba infestante diffusissima in tutto il suolo italiano. La si trova spesso negli orti.

Portulaca coltivazione

L’ erba portulaca ha bisogno della luce diretta del sole per poter fiorire in abbondanza ed essere rigogliosa. Sopporta benissimo l’ aridità del terreno e non teme la calura estiva, mentre teme particolarmente il freddo. Infatti con l’ abbassamento delle temperature, la portulaca in inverno/ autunno inoltrato cessa di fiorire, i tessuti si cuociono, smette di vegetare e si secca. Comunque, anche se in inverno muore si riesce ad arrangiare molto bene. La primavera successiva ecco che si ripropone, magari con colori cambiati o mescolati. E quando spunta inaspettata è sempre un grosso piacere.

La pianta portulaca ama particolarmente essere coltivata in vasi e in cesti appesi, ma le piace anche la ghiaia, la sabbia e i giardini rocciosi.

Altri usi della portulaca

Coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta

Portulaca grandiflora

Usi in cucina – La portulaca sativa come la portulaca oleracea trova il suo utilizzo in cucina. Cruda può essere aggiunta alle insalate, mentre cotta va aggiunta nelle zuppe, minestre e frittate. Presenta foglie larghe ed è la specie commestibile più apprezzata.

Portulaca semina

Essendo una pianta selvatica infestante, la si trova dappertutto, e generalmente non viene coltivata. Tuttavia è possibile seminarla ad inizio primavera. Praticamente non richiede cure, è resistente alla siccità, ma se innaffiata con una certa regolarità produce foglie più carnose.

Portulaca varietà

A scopo ornamentale viene utilizzata la portulaca pilosa dai bei fiori color rosa porpora e la portulaca umbraticola con fiori che sembrano di carta, di 2 – 3cm di diametro e 5- 6 petali dalla forma arrotondata. Fioriscono dalla primavera all’autunno.

Portulaca grandiflora

Molto apprezzata come pianta ornamentale, la portulaca grandiflora, ibrido ricavato da altri ibridi, ottenuto grazie alla ricerca di fiori variopinti. Come le altre specie, la portulaca grandiflora ha un portamento strisciante, ed è molto adatta per essere coltivata in cesti appesi, atti a creare cespugli ricadenti. Può essere coltivata sia in vaso che in piena terra dove si può usare per creare bordure. Le sue foglie sono leggermente pelose, succulente cilindriche e appuntite. Mentre i fiori delle portulache grandiflora hanno fiori sia semplici che doppi, composti da 4 a 6 petali con colori che possono variare dal rosso al rosa, dall’ arancio al giallo. Meglio coltivarla in pieno sole. Se posizionata in ombra o semi-ombra stenta a fiorire e tende ad allungarsi strisciando verso la luce. Senza bisogno di grandi cure ( teme solo l’eccesso di acqua ), regala da giugno a settembre fiori multicolori.

 

Coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta

Portulaca umbraticola

Consigli pratici

  • Se volete una fioritura più abbondante e una pianta dall’ aspetto più gradevole, è consigliabile eseguire spesso la pulizia della vostra pianta asportando a mano i fiori appassiti e le piccole capsule che contengono i numerosi semi. Queste ultime possono essere conservate per la primavera successiva. Basta riporle in un sacchetto di carta, e in ambiente asciutto.
  • Bagnate solo se le temperature sono eccessive.
  • Le piante in vaso devono appena essere inumidite eliminando il sottovaso.
  • Non concimate. Il concime va a discapito della fioritura.

 

 

Coltivazione consigli pratici e usi della portulaca pianta
Rate this post

(Visited 72 times, 1 visits today)

Rispondi