//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js

Aglio coltivazione, consigli pratici

La pianta dell’ aglio può essere utilizzata sia a scopo curativo che alimentare. Ma andiamo a vedere l’aglio coltivazione, consigli pratici e quali sono i suoi usi.

Pianta della famiglia delle Alliacee è originario dell’ Asia centrale. E’ da sempre conosciuto e coltivato fino dai tempi antichi sia come alimento che come pianta medicinale.

Descrizione della pianta aglio

Dalla forma slanciata, l’ aglio è una pianta erbacea perenne che può raggiungere il metro d’ altezza, e si caratterizza per il bulbo sotterraneo che è suddiviso in tanti spicchi, che a loro volta sono ricoperti da tuniche bianco-violacee.. Il suo fogliame di color verde – grigio è lineare con nervature parallele. I fiori dell’ aglio sono di un colore che passa dal bianco al violaceo, disposti ad ombrello, racchiusi dentro ad una brattea caduca.Aglio coltivazione, consigli pratici 

Aglio coltivazione

L’ aglio si coltiva facilmente in tutta Italia. Anche se resiste a temperature che si aggirano attorno ai 10- 15° C, predilige condizioni climatiche temperate- calde per l’accrescimento dei bulbi e in condizioni di prolungata luminosità.

Irrigazione

L’aglio coltivato in pieno campo non necessita di molta acqua, generalmente gli bastano le piogge, infatti, innaffiare solo in caso di estrema necessità. 

Aglio quando si raccoglie

Nonostante sia una pianta perenne, nella coltivazione familiare i bulbi vanno estirpati nelle zone settentrionali tra giugno e agosto, mentre nelle zone meridionali, la raccolta si anticipa di un mese o due.

Conservazione dei bulbi

Le teste di aglio destinate all’ alimentazione vanno conservate appese in mazzi o trecce, in cassette di legno o in vasi di terracotta, lontano da fonti di luce ( meglio se il luogo è buio ), in luoghi asciutti e arieggiati. I bulbilli di aglio sono ricchi di oli, sostanze azotate, minerali come: ferro, magnesio, potassio, silicio, fosforo, iodio, zolfo, sodio, carboidrati e vitamine del gruppo B1, B12 e C.

Consociazioni e avvicendamenti

L’ aglio trae vantaggio se seminato vicino a lattuga, ravanelli, spinaci, carote, fragole, cetrioli, pomodori, rape.

Malattie e avversità

L’aglio può venire attaccato da alcuni parassiti come la crociera, nottua, tignola, mosca e malattie come la peronospora e la ruggine. Teme inoltre il marciume del cuore e il mal dello sclerozio. Il marciume del cuore avviene nelle stagioni caldo-umide, mentre il mal dello sclerozio che determina il marciume delle radici con conseguente morte della pianta, si evita facendo ruotare le colture.

Varietà di aglio

In commercio esistono diversi tipi di aglio, che tra loro sono diversi per colore dei bulbi, dimensione, aroma e precocità. L’ allium savitium è solo una delle varietà di aglio più conosciute. Un’ altra varietà di aglio piuttosto conosciuta è l’ allium ursinum che non è da meno per posologia e benefici, ma tra i tipi di aglio troviamo anche l’ allium ampeloprasum, allium trifoliatum, che fanno parte degli agli selvatici. Tra quelli ornamentali troviamo l’allium aflatunense, allium obliquum, mentre tra quelli coltivati troviamo l’ aglio bianco, l’ aglio rosso di Sulmona, l’ aglio di Nubia, l’ aglio rosa, l’ aglio di Resia, aglio nero.

Come piantare l’ aglio

L’ aglio va piantato in ottobre – novembre nelle zone a clima caldo e in gennaio – marzo nelle zone a clima più freddo. Si utilizzano i bulbilli ( che non sono altro che gli spicchi che compongono il bulbo ) completi di tunica, i quali vanno piantati ad una profondità di 5 cm, lasciando tra uno e l’altro una distanza di 10 – 15 cm.

Come intrecciare l’ aglio

Per poter intrecciare l’aglio prendete le teste quando sono del tutto sviluppate, levatele dalla terra e mettetele in un luogo arieggiato e fresco al fine di farle seccare un po’. Prima che siano del tutto essiccate, intrecciate i fusti utilizzando un filo di nylon. Incorporate man mano altre testa d’ aglio, in modo che la treccia risulti ben guarnita.

Consigli pratici

Sia l’aglio che gli altri ortaggi a bulbo, vanno raccolti sempre quando la luna è calante o piena.

Aglio coltivazione, consigli pratici

 

Aglio coltivazione, consigli pratici
Rate this post

(Visited 47 times, 1 visits today)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: